Descrizione dell'intervento Progettuale

L’intervento progettuale è stato redatto nel pieno rispetto delle prescrizioni imposte dalla L.R 21/2010, dallo strumento urbanistico comunale vigente, delle norme che regolano l’attività edilizia e del regolamento edilizio. Allo stato attuale, sul lotto, insiste un corpo di fabbrica a tre piani f.t. interamente destinato a civile abitazione ed un garage. In virtù dell’art. 5 della Legge Regionale n. 21/2010 che prevede la demolizione e la ricostruzione dell’intero complesso nei limiti del distanze del fabbricato esistente, nei successivi piani avverrà il rispetto delle seguenti distanze: la struttura progettata verrà realizzata come segue: • Al piano quarto si prevede il rispetto della distanza di 10 m tra pareti finestrate così come imposto dal dall’art. 9 del DM 1444/1968, con un arretramento parziale lungo il prospetto Est e totale lungo quello Ovest. • Ai piani quinto, sesto e settimo, poiché non vi è alcuna struttura prospicente, è previsto un avanzamento del corpo di fabbrica a sbalzo per circa 70 cm ma nel rispetto della distanza di 3 m dal confine cosi come prescritto dall’art. 873 del c.c. 30% dell’esistente, è stato redatto il progetto che prevede la realizzazione di un nuovo corpo di fabbrica ad otto elevazioni fuori terra. Come riportato nello schema grafico soprastante, l’edificio oggetto di intervento è stato progettato ai sensi sia della legge l’art. 9 del DM 1444/1968 e dell’art. 873 del Codice Civile. In riferimento a ciò, mentre per i primi quattro piani verranno rispettate le distanze del fabbricato esistente, nei successivi piani avverrà il rispetto delle seguenti distanze: la struttura progettata verrà realizzata come segue:

• Al piano quarto si prevede il rispetto della distanza di 10 m tra pareti finestrate così come imposto dal dall’art. 9 del DM 1444/1968, con un arretramento parziale lungo il prospetto Est e totale lungo quello Ovest.

• Ai piani quinto, sesto e settimo, poiché non vi è alcuna struttura prospiciente, è previsto un avanzamento del corpo di fabbrica a sbalzo per circa 70 cm ma nel rispetto della distanza di 3 m dal confine cosi come prescritto dall’art. 873 del c.c.

Il piano terra di altezza netta pari a 2,50 mt, ospita l’ingresso pedonale che porta al corpo scala, una cantina, un locale tecnico ed un locale autoclave. Inoltre, come prescritto dall’articolo 2 della Legge del 24 marzo 1989 n. 122 recante “Disposizioni in materia di parcheggi, programma triennale per le aree urbane maggiormente popolate, nonché modificazioni di alcune norme del testo unico sulla disciplina della circolazione stradale”, nelle nuove costruzioni ed anche nelle aree di pertinenza delle costruzioni stesse, “debbono essere riservati appositi spazi per parcheggi in misura non inferiore ad un metro quadrato per ogni dieci metri cubi di costruzione. In riferimento a ciò, l’azione progettuale è stata indirizzata al rispetto della prescritta norma prevedendo inoltre la destinazione di un parcheggio a pertinenza delle singole unità immobiliari: verranno realizzati due box con accesso indipendente, ed il garage con quattro posti auto con accesso comune.

La copertura del piano terra funge, in parte, da veranda dell’appartamento posto al primo piano. Sia in questo che al piano quarto si è tenuto in considerazione l’arretramento di 1,50 mt dal ciglio dell’affaccio, in corrispondenza dei fabbricati limitrofi mentre, nella parte retrostante, dove tale diritto è consolidato dal fabbricato esistente, è stato posto un muro di altezza pari a 1,80 mt ai sensi dell’art.905 cc.

I sette piani ospitano la parte residenziale costituita da appartamenti con annessi verande e balconi rifiniti con parapetti in vetro, fioriere in muratura e frangisole in alluminio. Essi avranno la seguente superficie lorda:

• Piano primo: 124,65 mq

• Piano secondo e piano terzo: 128,76 mq

• Piano quarto: 81,00 mq

• Piano quinto, sesto e settimo: 89,88 mq

Il piano ottavo comprende il terrazzo praticabile e un locale tecnico di altezza netta pari a 2,50 mt di esclusiva pertinenza del piano settimo. La struttura portante sarà realizzata a maglie di travi e pilastri in cemento armato così come i solai misti. Si evidenzia inoltre che, ai sensi dell’art. 5 del DM 05/07/1975, tutti i locali fruiscono di illuminazione naturale diretta grazie all’istallazione di finestre, adeguate e dimensionate in funzione della destinazione d’uso, aventi superficie apribile superiore o uguale ad 1/8 della superficie pavimentata. Gli elementi architettonici dei corpi di fabbrica, tenderanno a quelli presenti nella zona così come le finiture esterne che risulteranno realizzate con intonaco dalle cromature chiare, che ben si accostano all’ambiente circostante. Nel rispetto delle normative vigenti in materia di risparmio energetico, sono previsti infissi a taglio termico e isolamento a cappotto. La modalità di approvvigionamento idrica così come quella di smaltimento delle acque reflue avverrà attraverso il collegamento alle reti comunali. I prospetti, lineari nella forma e movimentati da un gioco di altezze che differenzia i vari corpi, saranno scanditi da aperture realizzate in alternanza al fine di ottimizzare il guadagno solare secondo l’orientamento e l’uso degli spazi funzionali. Il concept progettuale è teso quindi alla creazione di un unicum estetico in cui il fabbricato oggetto di intervento, si presenta perfettamente integrato con il contesto edilizio ed urbanistico di riferimento. Per ulteriori dettagli si rimanda agli elaborati grafici allegati al progetto.

Contattaci

Via Ciccarello, 113 - 89132 Reggio Calabria.

(+39) 0965 55903

info@soseteg.it

(+39) 392 1586041

Lun - Ven: 9:00 - 18:00

Ottieni la TUA Consulenza Gratuita.